Sei alla ricerca della strategia migliore per guadagnare con il tuo blog? Hai deciso di iniziare a monetizzare il tuo sito web ma non sai come fare? In questo articolo analizzeremo alcune tra le migliori soluzioni per fare soldi grazie all’inserimento di pubblicità sul tuo blog e tramite l’applicazione di strategie alternative.

I metodi di cui andremo a parlare non si escludono l’un l’altro: a seconda delle caratteristiche della tua attività potrai valutare di applicare una o più strategie così da amplificare i risultati! Ma non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito di questa guida… Buona lettura!

Il metodo migliore per guadagnare con il tuo blog

Finalmente è arrivato il momento tanto atteso, il momento in cui potrai andare a generare i primi guadagni attraverso la tua attività online. Si tratta senz’altro di un momento fondamentale in quanto, a seguito del lavoro pregresso, potrai finalmente vedere concretizzarsi i primi risultati economici.

Affinché tutto questo processo sia possibile è necessario però fare alcune precisazioni.

Svelandoti il metodo migliore per guadagnare attraverso il tuo blog andremo in un certo senso ad anticipare le conclusioni di questa guida: il metodo migliore per guadagnare con un sito, infatti, non è collegato tanto alla scelta del metodo di monetizzazione più redditizio, quanto alla procedura e alle strategie applicate in fase di creazione del blog/sito web stesso.

Si tratta di andare a creare delle solide basi su cui implementare una determinata strategia di monetizzazione. Se hai lavorato bene creando i presupposti necessari, qualunque delle strategie di cui andremo a parlare, ed eventualmente anche altre strategie non presenti in questa specifica guida, potranno portare a risultati sorprendenti!

Vediamo dunque qual è il processo ideale da seguire per creare tali presupposti.

Identifica la nicchia

Identificare la nicchia di mercato è forse il momento più delicato. Analizzando domanda e offerta di ogni specifica nicchia potrai fin da subito stimare i risultati economici che potrai ottenere, linea teorica, entrando e concorrendo in quella specifica nicchia.

Che tu possieda già delle conoscenze approfondite relative ad un certo argomento o che tu debba studiare e approfondire determinate tematiche per creare la tua attività, il mio consiglio è certamente quello di focalizzarti su un argomento specifico e molto preciso. Siti e blog con contenuti vari e non specifici sono molto più difficili da monetizzare, soprattutto se si è agli inizi.

Identificando la nicchia corretta, pur non avendo la certezza matematica, andrai ad aumentare esponenzialmente le possibilità di successo del tuo blog!

Contenuti di valore

Il secondo step fondamentale per creare i presupposti necessari al tuo blog per generare un risultato economico è ovviamente quello di offrire contenuti di valore e in linea con la nicchia di cui esso fa parte.

Soprattutto all’inizio sarà necessario molto lavoro per offrire tali contenuti e per mantenere la qualità alta nonostante non si siano ancora manifestati i primi guadagni. Si tratta senz’altro del momento più difficile in cui è necessario avere costanza e pazienza.

Lavorando nel modo giusto e in ottica di lungo periodo sarai ripagato dell’impegno e del tempo speso.

Genera traffico e fidelizza i tuoi clienti

Aumentare il livello di traffico sul tuo sito può essere visto come un riflesso dei primi due punti appena affrontati. È fondamentale per creare i presupposti necessari per monetizzare.

Similmente, fidelizzare i tuoi clienti o, in questo caso, i lettori del tuo sito, sarà necessario per creare una forte presenza online che permetterà alla tua attività di crescere.

Esistono certamente alcune strategie che possono incentivare questo processo di crescita, a patto che i primi due presupposti siano rispettati. Offrendo contenuti di valore, infatti, potrai promuovere il tuo sito attraverso social o altri portali. Solo per fare un esempio tra le strategie più efficaci e performanti, prova a immaginare il tuo sito web supportato, articolo per articolo, dalla tua pagina YouTube.

Il meccanismo che andrai a creare permetterà di amplificare i risultati da ambo le parti, rendendo questo processo di crescita ancora più veloce.

Monetizza e scala il tuo business!

Siamo finalmente giunti al momento tanto atteso e al cuore di questa guida: il momento in cui andrai a generare risultati economici attraverso il tuo blog!

Come già anticipato, non esiste una strategia migliore in senso assoluto in quanto ognuna delle strategie di cui parleremo può performare e generare guadagni soddisfacenti. Piuttosto, si potrebbe parlare di combinazioni migliori tra una o più di queste strategie per generare guadagni sempre più interessanti!

A seconda delle caratteristiche del tuo sito e della tua attività potrai abbinare una o più di queste strategie in modo da differenziare le tue entrate e scalare il tuo business.

Se sei interessato a questi argomenti e desideri approfondire, ti consiglio di leggere questo articolo.

Inserimento di pubblicità: AdSense e principali alternative

A prescindere da nicchia e caratteristiche dell’attività, l’utilizzo di Google AdSense è sicuramente una delle soluzioni più valide ed utilizzate quando si tratta di monetizzare un blog.

Aderendo al programma, avrai la possibilità di inserire banner pubblicitari sul tuo sito e guadagnare ogni volta che un tuo visitatore clicca sul tale annuncio. I guadagni saranno quindi proporzionali al livello di traffico che riuscirai a generare.

Rispondiamo quindi ad una delle domande più cercate in rete quando si tratta di monetizzare tramite AdSense: il noto servizio offerto da Google rappresenta una soluzione ancora valida e redditizia? La risposta è certamente sì.

Avvalendoti di AdSense potrai raggiungere risultati economici interessanti soprattutto nel lungo periodo, beneficiando inoltre di un’elevata semplicità nell’utilizzo della piattaforma stessa.

Nonostante sia uno tra i servizi più conosciuti ed utilizzati, AdSense non è l’unico servizio di cui ti potresti avvalere per guadagnare tramite l’inserimento di pubblicità. Tra i servizi alternativi ad AdSense, alcuni tra i più famosi ed utilizzati sono Media.net, Amazon Native Shopping Ads, PropellerAds, Infolinks e Monumetric.

Sezione a pagamento all’interno del tuo sito

L’introduzione di una sezione Premium nel tuo sito rappresenta una seconda soluzione per monetizzare, anch’essa largamente diffusa ed utilizzata.

Dal momento che si tratta di andare ad offrire contenuti esclusivi ai soli clienti paganti, risultano quasi immediate le premesse necessarie per attuare questa strategia sul tuo sito:

  • Scelta di una nicchia specifica e con molta richiesta. Affinché il tuo cliente/visitatore valuti di accedere alla sezione Premium, è necessario che gli argomenti e le tematiche da te trattate siano di grande interesse. In questo caso la scelta di una nicchia adeguata agevolerà questo processo. Nonostante non sia impossibile il contrario e certamente siano presenti alcune realtà online di successo senza tali caratteristiche, un blog su argomenti non specifici e non particolarmente richiesti potrebbe non portare i risultati sperati nel momento in cui si va ad attuare questa specifica strategia.
  • Fidelizzazione del tuo pubblico. Dovendo offrire un contenuto a pagamento all’interno del tuo sito, i potenziali clienti dovranno riconoscere in te un punto di riferimento all’interno di quella specifica nicchia. In un certo senso dovrai convincerli che, a fronte del pagamento di quella piccola somma, ciò che tornerà loro sarà molto superiori in termini di informazioni/utilità. I contenuti che andrai ad offrire dovranno essere di qualità e difficilmente reperibili in rete con una semplice cerca. In questo caso la tua esperienza e le tue conoscenze relative alla nicchia in cui operi giocheranno un ruolo fondamentale.

Se desideri approfondire questi argomenti e scoprire come guadagnare con i contenuti a pagamento, troverai ulteriori informazioni in questo articolo.

Post e articoli sponsorizzati

Una volta raggiunte determinate soglie in termini di traffico, popolarità e qualità dei contenuti da te offerti, a seconda della nicchia in cui operi, sarà possibile concordare collaborazioni con determinate aziende o attività terze interessate a comparire sul tuo sito.

La stesura di un articolo sponsorizzato, di una recensione di un prodotto (o servizio) di una determinata azienda, la pubblicazione di una determinata foto ecc., rappresentano classici esempi di attività sponsorizzate che ti permetteranno di guadagnare pubblicizzando sul tuo sito/blog il brand con cui hai preso accordi.

Noterai che all’inizio sarà più complesso concordare collaborazioni simili a quella descritta. Con il tempo, e con la crescita dei numeri del tuo sito, tutto questo processo si andrà a semplificare fino ad arrivare al punto in cui saranno le aziende stesse a contattarti per comparire sul tuo sito.

In ogni caso, un consiglio di massima che potrà essere utile attuando questa strategia è quello di andare a proporre, o meglio, sponsorizzare, solamente brand e aziende in linea con i valori della tua attività e che offrano prodotti/servizi di reale interesse per il tuo pubblico.

Vendita di infoprodotti

Eccoci arrivati a parlare di una tra le metodologie di monetizzazione più redditive in assoluto quando si tratta di guadagnare con il tuo sito. La vendita di infoprodotti in linea con gli argomenti di interesse all’interno della tua nicchia ti permetterà di raggiungere velocemente risultati importanti.

Per semplicità, potremmo immaginare questa soluzione come un business all’interno del tuo business. Proprio così! Parallelamente ai guadagni derivanti da AdSense o da altre metodologie da te selezionate, potrai avviare il tuo business legato alla vendita di infoprodotti.

Considera inoltre che si tratta di un modello di business estremamente scalabile. I risultati che otterrai, infatti, potranno essere facilmente amplificati e replicati attraverso due principali vie:

  • Aumento del traffico sul tuo sito (organico o a pagamento, ricorrendo ad esempio a Google Ads)
  • Aumento dell’offerta all’interno del tuo sito (introduzione di ulteriori ebook, percorsi formativi, ecc.)

Proprio come le altre metodologie analizzate, anche la vendita di infoprodotti è fortemente vincolata dalle scelte attuate inizialmente in fase di analisi della nicchia.

Tornando a quanto detto all’inizio di questa guida, la scelta di una nicchia con determinate potenzialità (argomento specifico e molto richiesto, concorrenza moderata) ti garantirà i presupposti ottimali per l’avvio di questa attività.

Se sei all’inizio e non hai esperienza in merito, il mio consiglio è certamente quello di “entrare a mercato” con un solo prodotto (che sia un video corso, un audiolibro, un ebook, ecc.) dedicando tutta l’attenzione necessaria all’introduzione di questa nuova metodologia di guadagno.

In seguito, potrai ampliare la tua offerta creando infoprodotti sempre più performanti e in linea con le tematiche più richieste dal tuo pubblico.

Affiliazioni

Dopo una rapida ricerca in rete in ambito di guadagno online, sarà pressoché impossibile non leggere almeno un articolo relativo a guadagni derivanti da affiliazione.

Il motivo è principalmente uno: l’utilizzo di questo metodo di guadagno può generare risultati importanti e può essere implementato a numerose attività online anche se molto diverse tra loro.

Che si tratti di un canale YouTube, di una pagina Instagram o, come in questo caso, di un blog, l’adesione a programmi di affiliazione per prodotti o servizi in linea con la nicchia di riferimento può portare a risultati economici molto interessanti.

Un consiglio generale da tener presente in questi casi è ovviamente quello di proporre ai propri clienti e visitatori del sito solamente prodotti e servizi di qualità, ancor meglio se conosciuti e testati personalmente.

Si tratta di una soluzione piuttosto semplice da attuare: nella maggior parte dei casi basterà registrarsi al programma di affiliazione nell’apposita sezione del sito di riferimento. Successivamente potrai inserire quello specifico link all’interno del tuo sito, andando così a far conoscere e proporre alla tua clientela tale prodotto o servizio.

I guadagni derivanti da ogni vendita tramite link potranno essere fissi o a percentuale sul totale nella spesa effettuata dal cliente nel sito da te consigliato.

Spesso questi guadagni sono piuttosto interessanti anche se analizzati singolarmente, ma i migliori risultati arriveranno nel lungo periodo, proporzionalmente alla crescita della tua attività!

Scopri come guadagnare €2000 l’anno con l’affiliazione di Amazon.

Monetizzare un blog in via indiretta

Una strategia di grande efficacia e largamente utilizzata consiste nell’utilizzo di strumenti esterni al tuo sito per guadagnare e allo stesso tempo aumentare il traffico sul sito stesso. Mi riferisco principalmente strategie che prevedono l’utilizzo di social, canali YouTube o newsletters per ampliare il proprio pubblico e, di conseguenza, i risultati economici dello stesso.

A seconda della piattaforma utilizzata, potrai andare a sommare i risultati che già stai ottenendo a quelli offerti dalla piattaforma in questione (monetizzazione video su YouTube, solo per fare un esempio).

Ovviamente questi ulteriori strumenti sono ottimi sia per far conoscere il tuo blog sia per dare ulteriore visibilità ai tuoi link affiliati.

Ognuna di queste attività andrà a lavorare sinergicamente con le altre già presenti. L’ecosistema che andrai a creare potrà portare la tua attività a livello successivo!

Conclusioni

Siamo giunti al termine di questa guida. Come anticipato, le possibilità di guadagno attraverso un sito o un blog sono numerose, ma tutte vincolate da alcuni presupposti.

Creare un blog che possieda tali caratteristiche richiede impegno, costanza e pazienza. Detto in altri termini, si tratta di andare a creare le fondamenta ideali per costruire e ampliare la tua attività online.

La chiave del successo non sta quindi nell’applicazione di un determinato metodo di monetizzazione al tuo blog. La strategia migliore per guadagnare con il tuo blog va quindi attuata in fase di creazione e crescita del blog stesso, al fine di ottenere un blog di successo!

Certo, la successiva introduzione di sezioni a pagamento, pubblicità di AdSense, vendita di infoprodotti ecc., darà certamente una marcia in più alla tua attività.

A quel punto, se una di queste metodologie dovesse smettere di performare o non raggiungere i risultati sperati, sarà sufficiente effettuare alcune modifiche alla strategia stessa o, eventualmente, valutare di testare altre strategie più redditive in relazione alla propria nicchia. L’importante è che le “fondamenta” siano solide.

Se desideri approfondire questi argomenti scoprire come guadagnare 30 euro al giorno con il tuo blog utilizzando metodi alternativi a Google AdSense, in questo articolo troverai ulteriori informazioni.

Se desideri scoprire altri modi per guadagnare online, vienici a trovare su Pensionedare.com

Written by Christian Salerno (Krikko)
Musicista di professione ma appassionato ed esperto di Internet Marketing. Dal 2009 porto avanti Business online su diverse nicchie e in questo blog condivido la mia esperienza. Fondatore di PensionedaRe.com, il percorso di formazione per l'indipendenza economica.