Browse By

Come usare Twitter per le Aziende

twitter-aziende

Di pari passo con l’uso personale, Twitter può essere utilizzato anche per quello aziendale. 

L’uso di Twitter si sta gradualmente affermando anche nelle aziende e sta diventando il terreno ideale per far crescere e fortificare il proprio Business.

Per ottenere dei risultati tangibili in chiave business, qualsiasi sia la funzione che vuoi assolvere con Twitter (ascoltare, comunicare, promuovere), è indispensabile cominciare avendo ben chiare alcune condizioni preliminari.

Sperimentare

Per capire fino in fondo il funzionamento di Twitter, non si può solamente teorizzare.  È necessario soprattutto avere anche un’esperienza in prima persona. Perciò, prima di aprire un profilo professionale ti consiglio di aprirne uno personale dove poter sperimentare. Invita qualche tuo amico e prova a seguire utenti famosi e non. Prova a partecipare a qualche conversazione rispondendo a qualche domanda intercettata dal motore di ricerca di Twitter.

Una volta che sarai padrone della comunicazione di base potrai iniziare a sviluppare il tuo profilo business.  Fai bene attenzione ad una cosa. Twitter è uno strumento utilizzato dalla persone con le persone. È uno strumento estremamente diretto. Non utilizzare linguaggi troppo formali. Il linguaggio aziendale e pubblicitario sono vietati!!

Impegnati per avere successo

Ogni volta che pubblicherai un tweet, dovrai essere consapevole che il sasso è stato lanciato e che non si può più tornare indietro. Impegnarsi dunque con Twitter significa sapere che una volta aperto il profilo, la cosa peggiore che tu possa fare è quella di abbandonarlo.

Nel momento un cui un profilo è aperto e ha dei follower non può essere abbandonato. In primis perché si perdono importanti occasioni di monetizzazione. In secundis perché si perde di credibilità. Un presidio si dimostra tale se non viene mai lasciato a se stesso.

La costruzione o la gestione delle community, non solo su Twitter,  richiede un investimento certo in termini di tempo dedicato, energie del personale, contenuti da produrre, relazioni da curare, in un’ottica di visione a lungo periodo.

Se ritieni indispensabile poter riscontrare un ritorno economico immediato, misurandolo secondo le metriche tradizionali, forse Twitter non è lo strumento adatto per te. Dai un’occhiata a questo articolo dove ho parlato di come aziende hanno avuto successo su Internet grazie al real-time Marketing.

Ci vuole sempre una strategia

Scrivere un messaggio di 140 caratteri non è difficile. È invece molto più difficile scrivere qualcosa di sensato in quel poco spazio. Ricorda sempre che le tue domande ogni volta che pubblichi un tweet devono essere:

  • Quale gruppo di utenti intendo individuare?
  • Posso fare umorismo su questo tema?
  • Voglio avere dei Feedback da parte di chi mi segue?
  • In che modo posso essere riconoscibile?
  • Su quali contenuti devo fare leva?

Senza una strategia non si va da nessuna parte, oppure si procede molto lentamente.

Costanza e Frequenza

Twitta bene e twitta spesso. Questo paragrafo potrebbe essere riassunto in questo modo. L’immediatezza e la brevità dei messaggi fanno sì che partecipare con qualche messaggio alla settimana non sia sufficiente per stare al passo con gli eventi e con il mondo di Twitter.

È dunque opportuno stabilire un piano editoriale, lasciando comunque degli spazi per la conversazione estemporanea, ma pur sempre legata a quel tema.

La cosa davvero importante è mantenere un ritmo costante nel tempo, tanto da non generare false aspettative in chi ci segue. Se la vostra frequenza di pubblicazione è plurisettimanale, mantenetela tale per tutto il tempo, avvisando preventivamente i vostri follower di eventuali periodi di non aggiornamento.

Il mio consiglio è quello di essere attivi tutti i giorni più volte al giorno. La costanza è la virtù fondamentale per ogni attività svolta con i social media e con Twitter.

Dare per ricevere

Nella vita c’è una regola generale che funziona sempre. La regola dice che quello che dai ti torna indietro per tre volte. Prova a fare un piccolo regalo ad un tuo conoscente. Vedrai che questo cercherà di “sdebitarsi” il prima possibile con te, offrendoti qualcosa che vale almeno il triplo di quello che ti ha gentilmente offerto lui.

Cosa donare dunque su Twitter?

Beh, della pubblicità dei tuoi servizi o prodotti importa davvero poco a tutti. Prova a metterti nei panni del tuo cliente ideale. Quali sono i temi che maggiormente lo interessano da vicino? Che cosa lo emoziona? Che cosa potrebbe soddisfargli i bisogni informativi?

Quando hai le risposte a queste domande allora saprai di cosa parlare nei tuoi tweet. Pubblica dunque sempre contenuti originali e di qualità. Se ciò non è possibile in 140 caratteri, allora rimanda i lettori tramite dei link a un articolo pubblicato sul tuo blog, oppure ad un video di una conferenza e così via.

Che cosa si ottiene in cambio di queste pubblicazioni di contenuti di qualità? Apparentemente nulla. In realtà proprio in questo momento stai perseguendo una strategia volta ad attrarre spontaneamente clienti interessati ai tuoi servizi o prodotti. Tutto ciò si definisce inbound marketing.

Nei social network questa è la strategia che restituisce i maggiori risultati, fondata su un rapporto, da persona a persona basato sulla fiducia. e sull’autorevolezza conquistata con i propri contenuti pubblicati online. Un metodo dunque che non nasce di certo con Internet ma che si incentra sulla filosofia del dono. 

Come stimolare interesse

Si possono individuare due grandi tipologie di Tweet: quelli broadcast e quelli volti alla conversazione. I primi hanno un forte carattere informativo e non bisogna spettarsi risposte o altro. I vostri lettori semplicemente “prenderanno” e se ne andranno. Non aspettarti neanche troppi “grazie”. Poi ci sono gli altri tipi di tweet che invece sono ottimi per aprire discussioni o per farne comunque parte.

Stimolare la conversazione è possibile, oltre che con domande, ma anche pubblicando qualcosa di controverso. La discussione e il confronto portano comunemente a intercettare un pubblico aggiuntivo rispetto agli abituali follower, aiutando a costruire passo dopo passo una vera e propria community intorno al tuo profilo.

Idealmente il tuo profilo dovrebbe comprendere un mix di tutte queste tipologie di Tweet che adesso andremo a vedere nel dettaglio.

Tipologie di Tweet

È possibile pubblicare diversi tipo di Tweet. Conviene utilizzare tutte queste tipologie per rendere interessante e diverso ogni volta il tuo modo di comunicare con la tua community.

Tweet con link

Questa è la tipologia di tweet più frequente. Si scrive una piccola notizia seguita da un link per avere approfondimenti su quella notizia. Il link può essere accorciato tramite strumenti come svel.to.

Tweet classico: cosa sto facendo

I primi tweet, così come i primi post su Facebook, si riferivano spesso a cosa stavamo facendo in quel momento. Spesso vedevamo tweet come “finalmente un bel  piatto di pasta al ragù fatta in casa.”

Il mio consiglio è quello di continuare ad utilizzare questa tipologia di link, ma inserendo una spiegazione o una chiave di lettura sul perché stai compiendo questo gesto, in modo tale che la tua community abbia maggiori strumenti per comprendere il tuo profilo personale.

Tweet d’opinione: cosa sto pensando

facchinetti

Classici tweet di quando vi è un importante evento politico come le nuove elezioni o il referendum. La cosa importante è sempre quella di prendere posizione. Una persona o un’azienda che sta al centro sembra non avere personalità. Non avere paura di esprimere la tua opinione.

Tweet missione compiuta: ciò che ho appena fatto

Esprimere con un tweet quello che avete appena fatto, soprattutto se è stata una bella impresa, è un buon modo per ricevere commenti e apprezzamenti. Es: “appena finito l’ultimo esame e ora si vola alla laurea!!

Questa tipologia di tweet ha intrinsecamente anche una domanda rivolta verso i tuoi follower, ovvero: “cosa ne pensi?”

Tweet di intrattenimento

tweet-simpatico

Questa tipologia di tweet, assieme a quella informativa, è la più gettonata e va per la maggiore. Se sei in grado di scrivere messaggi piacevoli o divertenti, quanto spontanei e utili, è facile trovare in breve tempo un fedele pubblico di affezionati follower.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.