Browse By

Andare a vivere da solo: spese e come sostenerle

Ad un certo punto, nella nostra vita, abbiamo bisogno dei nostri spazi. Ti ritrovi in quello che dico?

Ecco perché uno dei temi che mi sta più a cuore, e non solo a me ma a molte persone che mi seguono, è il trasferirsi, vivere da soli e riuscire a mantenersi senza l’aiuto dei genitori.

Vediamo ora quali sono le spese che sicuro dovrai affrontare nel tuo percorso e come poterle sostenere (o come l’ho fatto io, almeno).

La prima grande botta, della quale nessuno si rende conto, è quella che riguarda le cose che fino al momento importante abbiamo dato per scontato.

  • Il piatto a tavola,
  • i vestiti lavati e stirati,
  • la casa pulita e tutto il resto

…tutto questo, fin quando non devi cambiare casa, probabilmente lo dai per scontato.

E beh, amico mio, non lo è affatto. Anzi, vedrai come sarà di fondamentale importanza quando vorrai trasferirti.

Ma passando ai soldi e a numeri reali, di quanto parliamo?

Se cerchi una casa su qualsiasi sito online, noterai che un bilocale decente costa almeno €500 al mese. Almeno.

Ma credi sia finita qui? Magari!

Questo è solo il primo di una lunga lista. Di solito si ragiona per anno e quindi per canone annuo. In questo caso parliamo di €500 per 12 mesi, ossia €6.000.

La seconda spesa è dare all’agenzia (grazie alla quale hai trovato la casa) la percentuale. Di solito chiedono il 10% del canone annuo. E quindi sono altri €600 (il 10% di €6.000).

Abbiamo finito? Ahimè, abbiamo ancora qualche altra “piccola” spesa.

Ossia la caparra, una quantità che ti viene chiesta in anticipo per riparare eventuali problemi che potresti creare all’appartamento.

Se ad esempio dopo 1 anno vorrai cambiare casa, il proprietario verrà nell’appartamento e vedrà se tutto è in ordine. Se qualcosa è rotto o manca, prenderanno dalla caparra quanto necessario.

Per mia esperienza… non ti daranno mai indietro la caparra. Troveranno una marea di scuse pur di non darteli.

Pensa che in passato ho trovato un proprietario che disse che i soldi se li era giocati e li aveva persi!!

Di solito, la caparra è pari a 3 mensilità. Quindi, nel nostro caso è pari a €500 per 3 mesi, ossia €1.500

E ancora dobbiamo mettere piede in casa.

Quindi, a quanto siamo arrivati? Immagina che la mensilità si dà con un mese di anticipo. Ad esempio paghi a Dicembre per entrare a Gennaio. Quindi tu a Dicembre darai €500 (mensile) + €600 (agenzia immobiliare) + €1.500 (caparra) = €2600.

E per il momento la casa l’abbiamo visto solo da lontano. Ma prima o poi dovrai pur entrarci…

Una volta entrato che fai, non mangi? Le bollette? Internet a casa? Hai ragione, ti sto un po’ demotivando. Ma sappi che puoi benissimo mantenere queste spese, ne parliamo tra poco. Torniamo ai numeri…

Se sei da solo, in media potresti consumare €30/40 di energia, €20 di gas, €20 di acqua, €25 di internet e poi ci sono le spese condominiali tutti i mesi.

Le spese condominiali sono quelle spese, spesso anche elevate, date per pagare le persone che lavorano nel condominio (giardiniere per il giardino del condominio, le lampadine, l’ascensore, etc…)

Ammontano circa ad €100 al mese.

Quindi, sommate alle tue spese di prima (bollette ed internet) stiamo a quasi €210 al mese. Poi si aggiunge l’affitto ed arriviamo ad €710 al mese. Ma ancora devi cibarti. Devi, altrimenti crepi! Eheh, scherzo!

La spesa richiede almeno circa €70 a settimana, questo vuol dire che arriveresti a poco più di €200 al mese. E siamo a quasi €1.000 al mese!!

Ma questo vuol dire che non hai macchina, non metti carburante, non fai aperitivi, non ceni fuori, non fai regali di compleanno…

Calcolando anche tutte queste cose, arriviamo finalmente alla cifra “finale” di €1400 al mese.

Per vivere tranquillo con queste spese, devi arrivare quantomeno a guadagnare €2.000 al mese. Perché se guadagni €1.500 capisci bene che è troppo rischioso.

Se si rompe la macchina, il pc o hai bisogno di un nuovo smartphone.

Quindi ti do due consigli:

  1. Non uscire di casa se non hai almeno €5.000 in banca;
  2. Se puoi, dividi le spese con un tuo amico o con la tua ragazza;

E proprio così che ho iniziato io anni fa. Ho diviso le spese con un mio caro amico. Puoi capire bene che avere €1.400 di spese al mese ed averne €700 (quando dividi per 2) è ben diverso!

In passato dunque anche io ho avuto questi problemi da superare eheh. Anzi, studiavo, lavoravo e mi mantenevo allo stesso tempo. È stato un periodo davvero duro ma che mi ha insegnato davvero molto.

E dividere le spese per 2 è stata una vera manna dal cielo.

Pensa che, un tempo, per ridurre al minimo le spese iniziai a mangiare solo frutta. La quale costa poco ed è un cibo sano. Ovviamente il nostro corpo ha bisogno anche di altre sostanze, quindi te lo sconsiglio. Ho fatto queste scelte in alcuni momenti di difficoltà.

A causa del conservatorio e dei corsi che dovevo seguire, avevo bisogno di un lavoro che potesse darmi un’incredibile flessibilità negli orari di lavoro.

Chi altro se non internet? Leggi come guadagnare uno stipendio con un blog.

Quello che feci, inizialmente, fu promuovermi su un sito di annunci (Subito) per accompagnare persone dall’aeroporto alla loro destinazione. Sì, feci il tassista!

Poi nel mondo dell’online sono riuscito a costruire la mia fonte di guadagno principale ed oggi mi dedico esclusivamente a quello che amo.

Uno dei business che mi ha permesso di diventare libero è quello della vendita di libri. Pensa che qualche tempo fa ho pubblicato un libro che continua a generarmi €400 al mese.

Questo sai che vuol dire? Che se vivessi in un monolocale da €400 al mese, grazie al mio libro potrei averlo gratis!!!

E sì, il mio libro mi genera, senza che io faccia nulla, €400 al mese che do direttamente al proprietario. Ecco come avere un appartamento in maniera gratuita. Ovviamente c’è bisogno di una certa competenza per pubblicare un libro.

Lo faccio ormai da 10 anni e posso dire che gli errori li ho fatti e superati tutti. Ti rimando a questo video in cui spiego più nel dettaglio come fare per avviare questo business come ho fatto io.

Spero di averti aiutato. A presto!

firma per computer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.