Browse By

Le mosse SEO da NON fare

Si parla spesso di consigli SEO, trucchi SEO e quantaltro. Ma si parla poco, o quasi mai, dei passi falsi che non bisogna fare per entrare poi in guai seri.

Per passi falsi intendo tutte quelle operazioni che noi facciamo (scrivendo articoli, mettendo link, modificando i titoli dei post, del blog ecc..) che crediamo aiutino a scalare la classifica di Google al nostro Blog ma che in realtà sono delle mosse erratissime che ci fanno solo arretrare.

E’ vero, sbagliando si impara, ma quando si fanno questi errori poi, è davvero difficile trovarli, capire cosa e dove abbiamo sbagliato, sistemarli e ritornare infine poi alla nostra solita posizione. Meglio andare con i piedi di piombo in queste cose.

Incominciamo perciò ad esaminarne i problemi SEO più comuni:

Iscrizione ai siti di scambio visite

Molti inesperti commettono questo gravissimo errore. Ovvero quello di iscriversi a siti di scambio di visite cercando così di far conoscere il proprio sito a più persone. Questo approccio però è del tutto sbagliato. In primis perché il “traffico” (20-30 persone massimo) che arriva da quel sito è assolutamente un traffico di scarsissima qualità, infatti guardano il tuo sito per 30 secondi (poiché glielo impone il programma) e poi se ne vanno! Guardano il tuo sito perché sono costretti non perché lo trovano interessante! Inoltre non possono nemmeno cliccare su qualche tuo annuncio quindi valgono ancora meno! In secundis, Google penalizza i siti o blog iscritti a questi sistemi di scambio visite. Vedrai che se lo farai acquisterai 5-10 visite al giorno grazie a questi siti, ma perderai altrettante posizioni alla settimana!! Conviene?

Se sei anche tu iscritto a questi siti, ti consiglio di togliere il tuo blog da questi scambi. In questo modo piano piano riacquisterai la tua posizione. Il traffico va acquisito onestamente!

Molti link in entrata in poco tempo

I link in entrata al nostro blog sono un vero toccasana. Lo aiutano a farlo salire di posizioni poiché se più siti lo nominano vuol dire che è importante. Tuttavia è meglio che non ne arrivino troppi nell’arco di poco tempo altrimenti Google ci penalizza.

Se noi apriamo un blog e iniziamo subito con le operazioni Seo, non dobbiamo andare subito su tutti i siti pay to write per mettere dei link in entrata al nostro blog! Se per esempio in un solo giorno arrivano improvvisamente 5 link in entrata sul nostro sito (ovviamente questi li abbiamo messi noi per pubblicizzare il nostro Blog), Google non dà importanza al nostro Blog facendolo salire ma anzi ce lo affossa capendo subito che c’è qualcosa che non va! In effetti, vedere un sito appena creato che ha già 5 link in entrata in un solo giorno…puzza un po’ come cosa! In questo caso perdiamo posizioni.

Bisogna guadagnare i link in entrata onestamente!

Linkare siti poco affidabili

Questo è un altro errore frequente. Molti non sanno che i link esterni, quindi quelli che dal nostro blog vanno verso altri, hanno la stessa valenza di quelli in entrata (quelli dagli altri blog verso il nostro).

Perciò se nei nostri articoli, linkiamo siti di bassa qualità, oppure siti che contengono contenuti non molto cari a Google (materiale porno, casinò online, materiale illegale ecc..), Google ci farà perdere molte posizioni perché ci reputerà anche noi poco affidabili.

Certo, se un blog parla di come guadagnare online è difficile che vada a linkare siti porno. Tuttavia può capitare di inserire in qualche articolo, per il bene della comunità dei link di siti da evitare. Per esempio se scrivi ” state alla larga da questo sito [link] perché è una truffa “, anche se ne parli male nel tuo articolo lo hai sempre linkato! E google non può capire che tu lo hai linkato nel senso dispregiativo piuttosto che in quello positivo.

Tuttavia se proprio devi creare un articolo del genere, parla male del blog o sito in questione ma non inserire il link del blog.

Scopri altri trucchi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.